3 pilastri di un sito web: strategia, pianificazione e azione

L’arte del web marketing

Strategia, pianificazione e azione
Strategia, pianificazione e azione

Non si tratta di una vera e propria guerra… Ma se vuoi migliorare le performance del tuo sito web e le prestazioni dei tuoi affari online, qualche consiglio del generale Tzu Sun (cit. Arte della Guerra), varrebbe la pena di acquisirlo…

Dopo aver analizzato le situazione per rilevarne i vantaggi, il generale deve creare le circostanze che contribuiscano a realizzare i suoi obiettivi, schierando le truppe nel modo più opportuno.

Un progetto web ha forse un risvolto meno cruento, ma non è detto che non ci siano feriti o vittime accidentali se la progettazione iniziale e la campagna di lancio successiva, vengono gestite senza determinazione.

Strategia

Lo studio di una strategia deve essere basato su dati certi e su un’analisi oggettiva degli utenti / consumatori / acquirenti.

Queste sono le domande chiave che ti possono aiutare a comprendere la tua strategia.

  1. Chi sono i miei utenti?
  2. Quale problema risolvo oppure quale gratificazione offro ai miei utenti?
  3. Cosa voglio in cambio?

Ogni prodotto/servizio nasce per risolvere un problema (es. un attrezzo domestico) oppure per fornire una gratificazione (es. un libro) al consumatore/utente finale.

Il suo valore aggiunto è determinato dal livello di soddisfazione e/o gratificazione raggiunto e dalla media dei prezzi di chi offre lo stesso identico prodotto/servizio.

Questo è il motivo per cui devi scegliere una nicchia non ancora occupata, oppure sei costretto ad arruolare più soldati di Alessandro Magno e Napoleone messi insieme.

Pianificazione

Una volta individuata la direzione e gli obiettivi da raggiungere, un buon generale del web marketing quantifica le risorse a disposizione e fissa una linea temporale per l’impiego delle singole competenze.

  1. Di quali competenze ho bisogno?
  2. Di quante risorse posso disporre?
  3. Quante persone e per quanto tempo le posso impiegare?

Una risposta onesta e oculata a queste domande potrebbe riportarti al punto 1 e a rivedere la strategia, nel suo insieme oppure a eliminare dettagli meno rilevanti (es. utenti nel target, ma borderline).

Azione

Qui siamo sul campo di battaglia: ogni azione è correlata ad un obiettivo, tangibile e misurabile.

Dobbiamo conoscere qualsiasi aspetto del mercato che ci aspetta: immaginare il volto dei nostri utenti nel racconto dei nostri prodotti/servizi e creare una correlazione di soddisfazione e/o di gratificazione.

Ecco come preparare il terreno per una resa incondizionata.

  1. Definizione di profili utente e di personas.
  2. Creazione delle user stories: correlazioni prodotto/servizio e utente.
  3. Elaborazione di un piano editoriale.

Ovviamente siamo tutti pacifisti e pronti a lottare solo con la forza delle parole, del pensiero e del pensiero logico.

#PaxAmorque*… ma tu come ti prepari ad affrontare le nuove sfide?

Aspetto i tuoi commenti!

N.B. Nessun stagista è stato deriso, maltrattato e/o discriminato per la scrittura e la pubblicazione di questo post.

*#Peace&Love

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *